Noi genitori del G.I.S. riteniamo che l’inclusione, su cui si basa tutto il nostro operare, non possa prescindere dalla comunicazione.

Ecco perché, condividendo in pieno una bellissima frase della dott.ssa Pat Mirenda “COMUNICARE È VIVERE”, riteniamo che una parte di attività dell’associazione debba dedicarsi alla divulgazione e promozione di una tecnica comunicativa: la CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa).

comunicare CAA

CAA è il termine usato per descrivere le strategie che possono facilitare e migliorare la comunicazione di tutte le persone che hanno difficoltà, temporanee o permanenti, ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura.

L’uso di simboli, fotografie, gesti e ausili informatici serve a fare in modo che la persona sperimenti un modo di comunicare comprensibile a tutti, così da non essere sempre dipendente da familiari o caregivers, i quali spesso devono tradurre i suoi desideri o pensieri.

L’aggettivo “Aumentativa” sta ad indicare come le modalità di comunicazione utilizzate siano tese non a sostituire ma ad accrescere la comunicazione naturale.
Il termine “Alternativa” intende tutto ciò che è alternativo alla parola, cioè codici sostitutivi al sistema alfabetico quali: figure, disegni, fotografie, simboli, etc.

La C.A.A. non è una tecnica, ma un approccio da utilizzare in tutti i momenti e luoghi della vita della persona: la comunicazione infatti deve poter avvenire ogniqualvolta ne sorga la necessità.

G.I.S., infine, fa parte del gruppo Arasaac Italia, gruppo di lavoro sulle linee guida rispetto ai simboli Arasaac e al suo utilizzo.

Per saperne di più, accedi alla sezione C A A

Foto pagina CAA