Il progetto, attivo dal 2012, è rivolto a famiglie e ragazzi/ragazze disabili residenti nei Comuni della Val d’Enza dai 14 ai 18 anni.

L’iniziativa è frutto di diversi incontri tra G.I.S, famiglie, operatori di servizi e amministratori.

Da tempo, soprattutto dopo la scuola dell’obbligo, l’estate risulta essere un periodo di solitudine, difficile da gestire per l’assenza di opportunità organizzate. Si è pensato quindi di sperimentare un Servizio Estivo per offrire occasioni ricreative, momenti   di   socializzazione   a   piccoli   gruppi   di   ragazzi/ragazze   disabili che, accompagnati da educatori e volontari, frequenteranno luoghi aggregativi dei territori della Val d’Enza: la piscina, il mercato, la piazza, il centro culturale, la parrocchia, ecc. privilegiando le attività che portano il gruppo di ragazzi in contatto con altri servizi estivi o con altre realtà frequentate da altri gruppi.

Ad ogni famiglia viene richiesto di partecipare mettendo a disposizione ciò che può condividere: trasporto, la propria casa come base di appoggio per alcuni momenti, merende, presenza fisica, idee per progettare la settimana, ecc.

La forza del progetto sta nel fatto che è declinato in base ai bisogni e alle possibilità dei ragazzi che vi partecipano e delle loro famiglie.